Fondazione Zeri: archivio

L’Associazione Antiquari d’Italia sostiene la Fondazione Federico Zeri, un patrimonio italiano.

Fondazione zeri trovate: 17

13.10.2021 - Simone Facchinetti

Anno Zeri

Atto primo: Il mestiere del conoscitore

Nel ventennale dalla scomparsa di Federico Zeri (1921-1998) la Fondazione bolognese che porta il suo nome ne ha celebrato la memoria con due giornate di studio intitolate Il mestiere del conoscitore:...

10.12.2020 - Barbara Agosti

Vasari e Genga

Nella prima edizione delle Vite vasariane (1550), a Genga, benché ancora in vita, era comunque riservato un medaglione conciso ma molto elogiativo, inserito entro la biografia di Dosso...

Fig. 1. Girolamo Genga, “Disputa sull’Immacolata Concezione”, Milano, Pinacoteca di Brera (dalla chiesa di Sant’Agostino a Cesena)

20.01.2020 - di Leonardo Piccinini

Federico Zeri: lavori in corso

L’eredità di Zeri è come una pianta che sviluppa sempre nuovi germogli.

Esiste un luogo, nel cuore di Bologna, al riparo dalla mediocrità e dalla banalità dilagante per la Penisola: l’antico, splendido, complesso monumentale di Santa Cristina, già...

16.10.2019 - di Alessandro Morandotti

Roberto Longhi e la pittura lombarda del Seicento e del Settecento: il caso di Giacomo Ceruti (1698-1767)

Per far riemergere il ruolo centrale di Roberto Longhi nella riscoperta novecentesca di Giacomo Ceruti è necessario ripercorrere il ruolo dello studioso nella ricostruzione critica di molti fatti...

07.10.2019 - di Daniele Benati

Longhi e Annibale Carracci

Scelgo di incentrare il mio intervento sull’articolo che Longhi pubblicò nel 1957 sul n. 89 di «Paragone», intitolandolo Annibale, 1584?[1]. Nato come recensione alla mostra dedicata...

Fig. 1. Fra Semplice da Verona, “Vestizione di santa Chiara”, Grenoble, Musée de Grenoble

24.07.2019 - di Keith Christiansen

Longhi e Valentin

In occasione della mostra parigina del 1934 Les peintres de la réalité[1], Longhi faceva una specie di recensione in un’auto-intervista - un espediente che a lui piaceva molto...

28.09.2017 - di Francesca Candi

Nella prima metà del secolo a Roma: le stampe d’après Reni tra predilezioni estetiche, esigenze del collezionismo e della devozione

Oltre a Bologna, è Roma il luogo dove, nella prima metà del Seicento, fu realizzata la maggior quantità di traduzioni da Guido Reni. La fortuna delle opere del pittore in questo contesto...

06.06.2017 - di Alessandro Brogi

Ancora un dipinto Tanari: La Famiglia di Dario

Spetta a Mitsumasa Takanashi, che ringrazio sentitamente per la preziosa collaborazione offertami con la messa a disposizione del suo ricco materiale fotografico, quello che può ritenersi il più...

05.06.2017 - di Stefano Tumidei

Il mestiere dello «scultore in plastica»

A parte il diverso e maggiore coinvolgimento con gli strumenti pratici dell’operare, rispetto ai pittori, era un’altra la difficoltà che, per la scultura in stucco, finiva per rendere...

16.09.2016 - di Ludovica Trezzani

La natura morta romana nelle foto di Federico Zeri

Non è certo facile ricostruire il pensiero di Federico Zeri sulla natura morta italiana, e in particolare su quella romana fra il 1630 e il 1670, dal momento che, con la folgorante eccezione dello...

18.05.2016 - di Laura Laureati

Dal Maestro della natura morta Acquavella a Michelangelo Cerquozzi. Un’ipotesi di lavoro

Questo scritto riprende un lavoro interrotto molti anni fa. Inizio quindi raccontando una storia, è la cronaca della nascita di quello studio che prelude a La natura morta in Italia, pubblicata...

06.05.2016 - di Andrea Bacchi, Elisabetta Sambo

La natura morta di Federico Zeri

 Gli studi Quando nei primi anni Sessanta Federico Zeri cominciò a frequentare J. Paul Getty a Londra, il grande conoscitore era già un appassionato studioso di natura morta da almeno...