notizie

Una torre antica…ma non troppo

La nuova galleria fiorentina di Riccardo Bacarelli.

di Leonardo Piccinini
  • Una torre antica…ma non troppo
  • Una torre antica…ma non troppo
  • Una torre antica…ma non troppo
  • Una torre antica…ma non troppo

Negli stessi anni in cui, a inizio ‘900, il pioniere dell’antiquariato Stefano Bardini inventava il proprio sontuoso atelier/museo, la Manifattura Arte della Seta Lisio trasformava un antico edificio di Via dei Fossi nella neomedievale casa fondaco che doveva ospitare il laboratorio e il negozio di pregiati tessuti ispirati al Medioevo o al ‘400.
Oggi, in una delle strade storiche dell’antiquariato fiorentino, tra Santa Maria Novella e il Ponte alla Carraia, la casa torre ospita da gennaio la nuova sede di una nota galleria fiorentina, quella di Riccardo Bacarelli (www.bacarelli.com), terza generazione di antiquari.
“Ci siamo spostati di pochi metri, precisamente dal civico 33 rosso al 45 rosso, ma è cambiata radicalmente la concezione della galleria, uno spazio più moderno (anche se inserito in un contesto scenografico), su due piani, con un allestimento davvero minimale, bianco, nero, acciaio…Riscontro un gradimento piuttosto ampio, anche da parte di chi non si era finora avvicinato all’arte antica”.

Quali gli eventi in preparazione ?
“Pensiamo a un paio di mostre l’anno, nei periodi intermedi tra la partecipazione al TEFAF di Maastricht (marzo) e Frieze Masters di ottobre a Londra. Durante il mese di febbraio è inoltre esposto presso il Palazzo Reale di Genova (sarà poi a Maastricht) un importante busto dell’imperatore Vitellio di Filippo Parodi (1670 ca.): il 24 febbraio sarà presentato un volume che ricostruisce la storia dell’opera”.

Quale il ruolo di Firenze in un mercato dell’arte sempre più internazionale?
La Biennale dell’Antiquariato 2015, che ha recuperato i valori del passato aprendosi a un pubblico più ampio, ha dimostrato che, pur in un contesto di contrazione del mercato, la città è vivace, ricca di risorse e di operatori del settore con legami in tutto il mondo. A partire dal Sindaco Dario Nardella, e grazie all’energia di Fabrizio Moretti e di tutti gli espositori, la Biennale ha fatto emergere le capacità di Firenze.

www.bacarelli.com
06.02.2016
Ci siamo spostati di pochi metri, precisamente dal civico 33 rosso al 45 rosso, ma è cambiata radicalmente la concezione della galleria
torna all'elenco