biblioteca

A cura di Peter Assmann, Johannes Ramharter, Helena Pereña.

Il viaggio in Italia di Goethe Un omaggio a un paese che non è mai esistito.

Per secoli, la comprensione dell’Italia è stata plasmata da idee stereotipate della vita mediterranea. Prendendo spunto dal Viaggio in Italia di Goethe, questo volume dimostra come già nel XVIII secolo ci fosse un abisso tra le aspettative e le idee sulla natura dell’Italia e la situazione spesso fosca di un Paese politicamente frammentato. Nell’autunno del 1786, il poeta tedesco parte per l’Italia, fuggendo dai confini del suo ufficio verso l’apparente libertà di una vita allegra e spensierata; il viaggio si configura quasi come una fuga e segna un passaggio decisivo per la vita e l’ispirazione del poeta. Nel “paese dei limoni”, l’Italia classica del meridione e, più ancora, a Roma, Goethe trova realizzata quella sintesi di natura e arte, passato e presente, spiritualità e sensualità verso cui era proteso, e sente rifiorire tutte le aspirazioni poetiche che il decennio attivistico di Weimar aveva in buona parte represso. Il suo libro Viaggio in Italia, scritto molto tempo dopo il viaggio, non è un reportage o un diario di viaggio, ma un’opera letteraria e una testimonianza senza tempo del desiderio di un mondo ideale. Un’apposita sezione del volume è infine dedicata alle difficoltà legate a un elaborato e complesso viaggio verso sud nell’era della diligenza.

Il viaggio in Italia di Goethe Un omaggio a un paese che non è mai esistito.
2020
€ 30.00