Gherardo Turchi
Gallori Turchi Antichità
CONTATTI
Gallori Turchi Antichità
Via Maggio 12r-14r
50125 Firenze (FI)
T +39 055 282279
C +39 347 9337168

info@galloriturchi.com
www.galloriturchi.com

altre_sedi
Via Maggio 18r-20r
50125 Firenze (FI)
T +39 055 2776491

La ditta Gallori Turchi venne fondata nel 1942 da Giorgio Turchi, uomo di grande gusto e con una spiccata sensibilità artistica. La passione per l’arte venne tramandata di padre in figlio ed infatti le orme di Giorgio vennero seguite dal figlio Bruno, il quale, con amore e dedizione, sulle basi fondate dal padre costruì ciò che oggi è la Gallori Turchi. La stessa passione contagia oggi la nuova leva della famiglia, il figlio di Bruno, Gherardo, il quale è accomunato al nonno ed al padre dalla passione per l’antiquariato e le armi antiche, una delle effigi più importanti di questa ormai storica ditta, che vanta inoltre un’accurata selezione di maioliche, sculture, antichi dipinti e mobili di alto profilo antiquariale. La Gallori Turchi ad oggi collabora con alcuni dei più grandi musei mondiali, con prestigiose associazioni a carattere europeo e con importanti case di moda italiane ed internazionali.

Rotella da parata

Seconda metà del XVI secolo Second half 16th century
Ferro inciso e dorato, Ø cm 57

Antica e rarissima rotella da parata incisa all’acquaforte con dorature realizzata in una di quelle fiorenti fucine di mastri corazzai attive a Milano nel corso del XVI secolo.


Coppia di pistole da duello

Seconda metà del XVII secolo Second half 17th century
Acero riccio e ferro forgiato, inciso e cesellato, cm 47 (lunghezza)

Rara ed elegante coppia di antiche pistole avancarica con meccanismi d’innesco a pietra focaia realizzate dal Maestro azzaliniere Ponsino Valet Borgognone, attivo a Brescia nell’ultimo quarto del XVII secolo.


Balestra da caccia intarsiata

Fine XVI, inizio XVII secolo Late 16th century, first part 17th century
Legno, ferro ed osso, cm 72 (lunghezza)

Antica ed assai pregiata balestra da caccia in legno riccamente intarsiato in osso, realizzata in quelle fiorenti botteghe attive nel Sud della Germania alla fine del XVI secolo.


Grande tavolo parietale con piano in marmo

Primo quarto del XVIII secolo First quarter 18th century
Marmo giallo Siena e legno intagliato e dorato, cm 178x90x91,5

Il tavolo fa parte di un gruppo di arredi eseguiti, come aveva notato a suo tempo Alvar Gonzàlez-Palacios, a Firenze tra la fine del Seicento e i primi decenni del secolo seguente: in un’epoca quindi dominata, nel campo della decorazione d’interni, inizialmente da Diacinto Maria Marmi (1625 c. – 1702) e poi da Giovan Battista Foggini (1625 – 1725), entrambi al servizio della corte medicea con le rispettive cariche di Guardarobiere, il primo, e di architetto e sovrintendente delle Botteghe Granducali, il secondo.



CATALOGHI E SCHEDE