library

page
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
...
147
A cura di Giuseppe Dardanello.

Cultura, arte e società al tempo di Juvarra.

Firenze, Olschki, 2018. Cm. 17x24, pag. 269, fig. a col e in nero, br.

Il percorso di Filippo Juvarra (1678-1736) si misura tra due esperienze culturali cui egli contribuì a dare forma e idee. Da una parte, il clima della Roma del primo Settecento; dall’altra, la volontà da parte di Vittorio Amedeo II di Savoia di mettere mano al progetto dell’allestimento di uno Stato moderno.

2018
38.00 €
 
A cura di Pietro Giovanni Guzzo, Maria Rosaria Esposito, Nicoletta Ossanna Cavadini.

Ercolano e Pompei visioni di una scoperta.

Milano, Skira, 2018. Cm. 24x24, pag. 392, fig. a col e in nero, br.

Catalogo della mostra a Chiasso- Centro Culturale- Febbraio, Maggio 2018 e a Napoli- Museo Archologico Nazionale- Giugno, Settembre 2018.

Edizione bilingue in Italiano e Inglese.

In occasione delle celebrazioni per i 280 anni dalla scoperta di Ercolano e i 270 anni da quella di Pompei, con una prospettiva del tutto originale sono indagati i supporti e le modalità con cui vennero comunicati i ritrovamenti dei due siti – inizialmente sporadici e casuali, poi sempre più consistenti – attraverso le espressioni visionarie di coloro che intuirono da subito la portata delle scoperte e cercarono di promuovere l’avanzamento degli scavi e le ricerche intorno a essi. Dalla fine del Settecento ai primi anni del Novecento, da J.J. Winckelmann a Karl Weber, da François Mazois a William Gell, da Giovanni Battista a Francesco Piranesi, da Luigi Rossini a Pietro Bianchi, furono numerosissimi i disegnatori, gli incisori e i cultori dell’antico, fino ai fratelli Alinari. Si dà qui conto dell’entusiasmo per gli scavi e i preziosi reperti archeologici e della volontà di trasmettere la conoscenza delle scoperte attraverso lettere, taccuini acquerellati, incisioni, litografie, disegni, rilievi, matrici, gouaches, le prime fotografie e cartoline.

2018
38.00 €
 
A cura del Consorzio Residenze Reali Sabaude.

Genio e Maestria. Mobili e ebanisti alla corte sabauda tra settecento e ottocento.

Torino, Allemandi, 2018. Cm. 20x24, pag. 414, fig. a col, br.

Catalogo della mostra a Torino- Reggia di Venaria- Maggio, Luglio 2018.

L'evento espositivo intende aggiungere nuovi tasselli alla storia del patrimonio dell'ammobiliamento in Piemonte tra Sette e Ottocento presentando mobili d'arte di eccezionale rilevanza realizzati dai maggiori ebanisti e scultori dell'epoca (Luigi Prinotto, Pietro Piffetti, Giuseppe Maria Bonzanigo e Gabriele Capello detto "il Moncalvo"), alcuni mai esposti prima, grazie a prestiti di importanti istituzioni museali e di collezionisti piemontesi ed internazionali: due secoli di storia dell'arredo in circa 130 opere. L'obiettivo è di avvicinare il pubblico a opere preziose di ebanisteria e di intaglio, scoprendone significati, utilizzi, trasformazioni con approfondimenti di carattere tecnico e scientifico ed ambientazioni multimediali. La mostra racconta la storia di un raffinato, colto e complesso mestiere d'arte che si sviluppò a Torino a servizio delle più importanti committenze reali e nobiliari nel costante dialogo tra le arti.

2018
40.00 €
 
page
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
...
147
back to cover