la biblioteca

pagina
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
...
149
SPADOTTO, Federica.

Io sono 700. L'anima di Venezia tra pittori, mercanti e bottegheri da quadri.

Verona, Cierre, 2018. Cm. 24x16, pag. 232, fig. a col, br.

Io sono ‘700. L’anima di Venezia tra pittori, mercanti e bottegheri da quadri Federica Spadotto, Cierre Grafica, 2018- illustra il mercato pittorico a Venezia nel Settecento. Per la prima volta l’attenzione critica si sposta dai grandi collezionisti alle dinamiche commerciali vere e proprie, che coinvolgevano gli stessi artisti, oltre a intermediari, diplomatici ed i cosiddetti “bottegheri da quadri”. Questi ultimi, titolari di negozi/laboratori per la vendita di dipinti al dettaglio, decreteranno, insieme a figure come il Console Smith o John Strange -di cui è resa nota l’inedita corrispondenza con l’intendente veneziano Giovanni Maria Sasso-, le sorti di Michele Marieschi, Canaletto, Francesco Guardi e molti protagonisti del paesaggio e della veduta, ovvero i generi che hanno reso celeberrima la città marciana nel suo secolo d’oro. Tra aneddoti, riflessioni e documenti, i dipinti sfilano ad illustrare uno scenario dai risvolti inaspettati, dove luci e ombre del mercato lagunare divengono metafora del nostro tempo.

2018
45.00 €
 
A cura di Stefano L'Occaso e Maria Cristina Loi.

Le arti del disegno. Architettura, ornato, figura. a cura di Stefano L'Occaso e Maria Cristina Loi.

Mantova, Il Rio, 2017. Cm. 21x15, pag. 187, fig. in nero e a col, br. con alette.

Il volume raccoglie i contributi presentati in occasione della giornata di studio "Le arti del disegno" nel Palazzo Ducale di Mantova, il 20 maggio 2016, ma accoglie ulteriori studi, in particolare sul disegno "di figura", di interesse lombardo. Gli argomenti spaziano quindi intorno ad alcuni dei temi più ampiamente dibattuti nella storia delle arti figurative: il ruolo del disegno, la sua evoluzione nel corso del tempo, la molteplicità di modi espressivi e di strumenti di lavoro che la pratica del disegno, costantemente in equilibrio tra caratteri di permanenza e trasformazioni radicali, mette a disposizione degli artisti. Il volume include saggi di: Peter Assmann, Stefano Bruzzese, Giulia Cantoni, Ludovica Cappelletti, Joubert José Lancha, Stefano L'Occaso, Maria Cristina Loi, Elena Rame, Monica Resmini, Antonio Russo.

2018
25.00 €
 
A cura di Nicoletta Marini d'Armenia

Murat Napoli e l'Europa.

Napoli, Arte'm, 2018. Cm. 15x24, pag. 181, fig. a col e in nero, br.

“Il murattismo appare, in prospettiva, una forma politica del mondo morale, proprio del liberalismo meridionale. così visse nella coscienza di coloro che lo considerarono come un progetto politico volto, soprattutto dopo il 1848, a immaginare le condizioni di rifondazione di una monarchia nazionale e costituzionale capace di salvaguardare l’autonomia del regno. Così visse in uomini – Omodeo, De ruggiero, lo stesso Croce – che, molto più tardi, vi ritrovarono ragioni di studio del passato e speranze per il loro tormentato presente”.[luigi mascilli migliorini].

Atti del convegno internazionale murat, napoli e l’europa tenuto a napoli il 19 e 20 maggio 2015 in occasione delle celebrazioni a duecento anni dalla morte di gioacchino murat, re di napoli.

2018
21.00 €
 
pagina
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
...
149
torna alla copertina