in agenda

pagina
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
...
36
25 ottobre 2019 - 15 marzo 2020
Milano - Gallerie d'Italia, piazza della Scala 6

Canova e Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna

Una mostra che celebra i due più grandi scultori del Neolcassicismo.150 opere, 17 sezioni a Gallerie d'Italia

La mostra Canova e Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna rappresenta, sia per l’importanza e la bellezza delle opere esposte, che per la grande rilevanza scientifica, una straordinaria occasione di conoscenza della scultura tra Sette e Ottocento.
Un periodo in cui quest’arte ha conosciuto una decisiva trasformazione grazie al genio dell’italiano Antonio Canova (Possagno 1757 – Venezia 1822) e del danese Bertel Thorvaldsen (Copenaghen 1770 – 1844), protagonisti e rivali sulla scena ancora grandiosa di una Roma cosmopolita dove hanno avuto modo di confrontarsi con i valori universali della classicità e dell’antico. Furono infatti riconosciuti e celebrati come i “classici moderni”, capaci di trasformare l’idea stessa della scultura e la sua tecnica, creando capolavori immortali che sono diventati, anche perché continuamente riprodotti, amati e popolari in tutto il mondo.

La prestigiosa collaborazione con il Thorvaldsens Museum di Copenaghen e il Museo Statale dell'Ermitage di San Pietroburgo, il contributo di prestiti fondamentali concessi da importanti musei italiani e stranieri, ma anche da esclusive collezioni private, hanno reso possibile confrontare, per la prima volta in una mostra, i due artisti, seguendoli nel loro affascinante percorso biografico e creativo.

A cura di Stefano Grandesso e Fernando Mazzocca.

www.gallerieditalia.com/it/milano/mostra-canova-thorvaldsen/
 
25 ottobre 2019 - 18 febbraio 2020
Milano - GAM - Galleria d'Arte Moderna

Canova. I volti ideali

Genesi ed evoluzione delle celebri "teste ideali" del genio di Possagno

Un inedito percorso che ricostruisce la genesi e l’evoluzione delle celebri “teste ideali” di Canova, il particolare e fortunato filone della sua opera dedicato alle molte, diverse declinazioni della bellezza femminile e realizzato all’apice della sua carriera.

Curata da Omar Cucciniello e Paola Zatti, l’esposizione è promossa e prodotta da Comune di Milano-Cultura, Galleria d’Arte Moderna di Milano e dalla casa editrice Electa, e racconta la storia di questo genere attraverso 39 opere di cui 24 di Canova. Tra queste, 5 sculture mai esposte in Italia prima d’ora, come l’erma di Corinna e la Musa del 1817.

I volti scolpiti da Canova non rappresentano personaggi reali, ma costituiscono un filone fortunatissimo di volti idealizzati in cui lo scultore indaga le infinite variazioni della bellezza femminile, basate sull’equilibrio perfetto tra l’idealizzazione derivante dalla scultura classica e lo studio della natura.

La mostra è suddivisa in 5 sezioni, che percorrono la storia di questo genere dalle sue prime formulazioni all'emergere di una sensibilità romantica, fino ai preziosi marmi realizzati da Canova
come dono di ringraziamento ai diplomatici inglesi che avevano appoggiato nel 1815 la sua missione di recupero delle opere d’arte italiane sottratte dalle truppe napoleoniche.

Nell’ambito del progetto #canovamilano per le due mostre "Canova / Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna" alle Gallerie d’Italia e "Canova. I volti ideali" alla Galleria d’Arte Moderna (GAM), è prevista una riduzione reciproca: il biglietto d’ingresso della prima mostra visitata dà diritto all’ingresso ridotto alla seconda esposizione.

Catalogo Electa editore.

www.gam-milano.com/it/mostre-ed-eventi/canova-i-volti-ideali/
 
Dal 18/09/2019 al 12/01/2020
Firenze - Palazzo Pitti

Plasmato dal fuoco. La scultura in bronzo nella Firenze degli ultimi Medici

Attraverso una scelta mirata di opere, la mostra intende offrire un quadro completo dell’arte della scultura in bronzo nel capoluogo toscano soprattutto al tempo degli ultimi granduchi di casa Medici.

 

Partendo da una selezione di opere significative del Giambologna, della sua scuola e dei maestri più importanti nella lavorazione metallica del primo Seicento, la scelta delle opere si concentra sulle commissioni nate, essenzialmente, per diretto impulso della corte fiorentina o comunque ad essa legate. Particolare risalto sarà dato alle figure di Giovan Battista Foggini e Massimiliano Soldani Benzi, protagonisti di un profondo rinnovamento della scultura toscana, diventata a tutti gli effetti una delle scuole scultoree europee più rinomate del tempo. Da loro partirà la rinascita della scultura in bronzo a Firenze tra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento, cui tutta l’Europa guarderà, grazie alle strepitose creazioni di artefici fiorentini come Giuseppe Piamontini, Giovacchino Fortini, Antonio Montauti, Agostino Cornacchini, Lorenzo Merlini, Girolamo Tacciati, Giovan Camillo Cateni e Pietro Cipriani.

La mostra è curata da Eike D. Schmidt, Sandro Bellesi e Riccardo Gennaioli.

https://www.uffizi.it/eventi/plasmato-dal-fuoco-la-scultura-in-bronzo-nella-firenze-degli-ultimi-medici
 
pagina
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
...
36
torna alla copertina