studies and research

CECCO BRAVO: UN TABERNACOLO RESTITUITO

di Guia Fantuzzi
  • CECCO BRAVO: UN TABERNACOLO RESTITUITO
  • Cecco Bravo, "Sacra Famiglia"
    Cecco Bravo, "Sacra Famiglia"

Il breve articolo ha per argomento la nuova attribuzione del tabernacolo ad affresco in via Palazzuolo a Firenze, tradizionalmente attribuito a Giovanni da San Giovanni; anche grazie al nuovo restauro è stato possibile scorgervi invece la mano di Cecco Bravo, pittore altrettanto valente che operò nello stesso periodo, il secolo XVII. L’attribuzione è inoltre supportata da un documento dell’Archivio di Stato di Firenze. Pochi sono i dipinti a noi giunti di Cecco Bravo sia a destinazione pubblica, che di soggetto sacro: questa piccola composizione viene ad accrescerne dunque entrambi gli elenchi. È stato infine avvicinato il soggetto dell’affresco, Gesù con Giuseppe e Maria, all’attività di dottrina cristiana e sociale di Ippolito Galantini, fondatore della vicina Compagnia del Vanchetoni, nel cui oratorio affrescò, insieme ad altri pittori del Seicento fiorentino, anche Cecco Bravo.

21.11.2014
Il tabernacolo entrovi dipinta la S. Conversazione di Giesu, Giuseppe, e Maria posto a mezzo Palazzuolo sopra una Casa avanti, d’arrivare ai quattro Scaglioni p. [per] i quali si arriva a S. Lucia e’ opera di Ceccho Bravo
back to list