“Questa Mostra che va ad arricchire il già foltissimo calendario di manifestazioni antiquarie è importante e si distingue dalle altre rassegne per la rilevanza del messaggio politico che ne consente la realizzazione. Di fatto è attraverso un’attività ormai più che decennale che l’Associazione ha operato per uscire dal ghetto di diffidenza in cui era stata confinata per tanti lustri e per accreditarsi come componente necessaria di quel complesso caleidoscopio che costituisce il mondo della cultura storico-artistica. Essere ospitati a Palazzo Venezia sta dunque a significare un riconoscimento per chi svolge l’attività di mercante d’arte rispettando condizioni e discipline non sempre ragionevoli; il premio a questa professionalità è la possibilità di proporsi in una Mostra antiquaria nel cuore stesso delle Istituzioni. Per noi antiquari ciò costituisce un grande onore ed una grande responsabilità.”

Giovanni Pratesi - Presidente dell'AAI


Arte e Collezionismo a Palazzo Venezia
IV Biennale

Palazzo Venezia - Roma
29 Ottobre – 7 Novembre 2004

Dal 29 ottobre al 7 novembre 2004 l’Associazione Antiquari d’Italia, in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Romano, ha promosso la IV edizione della Mostra “Arte e Collezionismo a Palazzo Venezia”.
Alla manifestazione hanno aderito 47 mercanti, tra i più noti a livello internazionale, occupando di fatto tutti gli spazi disponibili.
La manifestazione, divenuta ormai un appuntamento molto atteso per collezionisti operatori e pubblico in genere, e stata seguita, dal 12 al 14 novembre 2004, da un altro appuntamento molto interessante, la prima edizione di “Libri Antichi & Rari a Palazzo Venezia”. Una Mostra che vedeva Librai Antiquari italiani, aderenti all’A.L.A.I., e stranieri, riuniti nella capitale per la prima volta, esporre opere dal XV al XX secolo, manoscritti, codici miniati, atlanti geografici e naturalistici del Sei-Settecento, prime edizioni della letteratura del XIX e XX secolo, ma anche opere illustrate di artisti moderni e rari autografi.

Galleria fotografica della
inaugurazione (28 ottobre 2004)
Qui potrete trovare l'elenco degli espositori
della IV Edizione - 2004

E’ difficile stilare una classifica delle Mostre antiquarie che a ritmo regolare si succedono nel mondo. E’ certo che gli addetti ai lavori, antiquari e collezionisti, conoscono quelle che vale la pena visitare.
E’ questa la quarta edizione della Biennale romana che aprirà i battenti il 29 ottobre 2004.
Questa rassegna negli otto anni di vita ha trovato a Palazzo Venezia la maniera di rappresentarsi a un livello di grande rispetto, tanto che nell’agenda del collezionismo internazionale si pone come uno degli avvenimenti irrinunciabili. Il sigillo alla qualità della Mostra viene apposto sia dalla Soprintendenza romana che, oltre a mettere a disposizione il Palazzo che fu dei Barbo, interviene nella persona del Soprintendente stesso Claudio Strinati il quale presiederà la Commissione Scientifica composta da note personalità del mondo degli studi. Fatto questo per dare garanzie sia di originalità delle opere esposte ma anche del livello qualitativo di esse. Inoltre un riconoscimento significativo ci viene dal rinnovato Patrocinio accordatoci dal Ministero dei Beni Culturali ...continua

Giovanni Pratesi - Presidente dell'AAI


L’edizione di quest’anno della mostra “Arte e Collezionismo a Palazzo Venezia” cade in una fase di grandi trasformazioni nell’ambito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e anche del Polo Museale Romano.
Sono stati appena avviati i lavori per la ristrutturazione radicale di complessi museali come Palazzo Barberini e Palazzo Venezia e questo implica il fatto che tra due anni la sede, appunto, di Palazzo Venezia non potrà essere disponibile per accogliere mostre e manifestazioni temporanee perché il progetto di restauro e riallestimento del Museo prevede un assetto completamente diverso dall’attuale.
I Saloni monumentali, dove da molti anni si svolgono le mostre, saranno restituiti a una funzione museale più consona alla loro natura, mentre l’intero Palazzo verrà ripensato e riorganizzato secondo criteri completamente nuovi ... continua

Claudio Strinati - Soprintendente Speciale per il Polo Museale Romano



III Biennale - Edizione 2002

Arte e Collezionismo a Palazzo Venezia
III Biennale

Palazzo Venezia - Roma
25 Ottobre – 3 Novembre 2002

La terza edizione della Biennale di Antiquariato di Palazzo Venezia è la conferma di una volontà. Le due precedenti manifestazioni hanno dimostrato che le intenzioni, sia da parte delle Istituzioni che da parte degli antiquari, sono serie e il desiderio di creare un rapporto stabile fra Pubblico e Privato trova in questa mostra l’esemplificazione più tangibile. Nonostante la rarefazione di opere d’arte da presentare nel prestigioso Palazzo romano, l’impegno degli antiquari a mantenere un costante livello di qualità è molto forte; la vivacità e il desiderio di ben rappresentare il mercato dell’arte italiana, spronano gli espositori a viaggiare sulle direttrici del mercato internazionale, assolvendo così a due compiti. Quello di riportare in Patria opere d’arte da offrire al collezionismo interno, ma anche quello di presentare opere inedite e di qualità per il proprio personale prestigio. Della Soprintendenza apprezziamo la disponibilità nel confermare per la mostra queste date, riservando il Palazzo ad una scadenza fissa, che ormai è diventata un appuntamento molto atteso dal collezionismo pubblico e privato, non solo italiano. E’ in questa visione che l’Associazione Antiquari d’Italia, per la terza edizione della mostra, ha pensato, in accordo con il Soprintendente al Polo Museale romano Claudio Strinati, di organizzare una visita preliminare per i direttori di musei e i maggiori collezionisti, riconoscendo ai rappresentanti delle Istituzioni una sorta di “diritto di prelazione” delle opere di maggior interesse, secondo l’esempio delle grandi mostre internazionali, quando in occasione del “preview” si vedono circolare, esaminare con molta attenzione ed anche contrattare le opere esposte, i conservatori dei maggiori musei del mondo. Per rendere più rapida la conclusione della trattativa i curatori sono accompagnati dai trusties dei musei, che rappresentano la parte pratica ed operativa della visita. Sarebbe bello se questo potesse avvenire anche in Italia: perciò ci accingiamo all’inaugurazione di questa Mostra con l’auspicio che un giorno anche da noi questo ideale “modus operandi” possa trovare facile attuazione. Ognuno a questo punto ha messo in tavola le carte di cui dispone: gli antiquari con il loro impegno e con la proposta di opere selezionatissime dedicate ad un pubblico di competenti. La Soprintendenza mettendo a disposizione il Palazzo e coordinando la Commissione Scientifica. La mano passa ora ai collezionisti che dovrebbero incoraggiare questa tendenza consolidata dei mercanti italiani dell’Associazione Antiquari d’Italia di ritrovarsi ogni due anni nelle sale di Palazzo Venezia.

In occasione della Mostra del 2000, è stata organizzata "RITORNI".

Grazie allo spontaneo interesse ed alla sensibilità che gli italiani nutrono da sempre nei confronti dell’arte, nell’immediato dopoguerra numerosi antiquari italiani diedero inizio ad un importante operazione di recupero del patrimonio artistico, disperso nei due secoli precedenti.
Con la Mostra “Ritorni” si è voluto sottolineare, oltre ai meriti riconosciuti di scoperta e valorizzazione di capolavori trascurati, anche quello meno noto al grande pubblico, ma di straordinaria rilevanza per la cultura del nostro Paese, dell’importazione di opere d’arte uscite nei tempi passati e acquistate dagli antiquari sul mercato internazionale.

Galleria fotografica della
inaugurazione (24 ottobre 2002)
Qui potrete trovare l'elenco degli espositori
della III Edizione - 2002