ALBERTO DI CASTRO

Antichità Alberto Di Castro S.r.l. Socio Unico

Fondata nel 1994
L'Antichità Alberto Di Castro, presente sul mercato antiquario da più di un secolo, è oggi condotta da Alberto Di Castro, nipote del fondatore. Unico titolare della storica ditta, rappresenta con orgoglio la quarta generazione degli antiquari Di Castro, presenti a Roma fin dal 1878.
Alberto, specialista di marmi colorati a Roma dalla fine del '500, segue le proprie passioni, mai condizionato dalle logiche del mercato, e in questi ultimi anni ha inteso coniugare l'attività di antiquario alla più rigorosa ricerca storico-artistica avvalendosi anche degli studiosi più autorevoli. Partecipa al TEFAF di Maastricht, alla Biennale dell'Antiquariato di Firenze e alla Biennale dell'Antiquariato di Roma esponendo oggetti, marmi, mobili e dipinti di grande qualità e di gusto raffinato.


  • Filippo Parodi
    Genova, 1630 - Genova, 1702

    Busto di un filosofo
    Marmo
    75 (h) x 48 x 27 cm
    1660-1670 circa
  • David Pierre Humbert de Superville detto Giottino
    L’Aia 1770 - Leida 1849

    San Giovanni Crisostomo, Tolomeo, Zeno, dall’Apoteosi di S. Tommaso d’Aquino, Basilica di Santa Maria Novella (Cappella Spagnola), Firenze
    Penna e inchiostro nero su carta. Iscritto in grafite in basso: 28
    mm 216 x 330

    Pubblicazioni: A. G. DE MARCHI, Revelations. Discoveries and Rediscoveriesin Italian Primitive Art, Firenze, 2013, p. 110, LXIII
  • Roma, fine del XVIII – inizi del XIX secolo


    Venere e Adone
    Cammeo in diaspro tenero su fondo di diaspro montato su tabacchiera in porfido antico. Finiture in oro.
    diam. cm 6,5
  • Andrea Piccinelli, detto il Brescianino
    Doc. a Siena e Firenze tra il 1506 e il 1525

    La Carità
    Olio su tavola
    Tondo, diam. cm 58,5, con cornice cm 96,5 x 80
    1515 ca

    Pubblicazioni: A. G. DE MARCHI, Revelations. Discoveries and Rediscoveriesin Italian Primitive Art, Firenze, 2013, pp. 120 – 126