la biblioteca

MARIA CRISTINA PAOLUZZI

LA COLLEZIONE COLONNA NELL'ALLESTIMENTO SETTECENTESCO. LA GALLERIA NEGLI ACQUERELLI DI SALVATORE COLONNELLI SCIARRA

Il volume ricostruisce l’allestimento settecentesco della Galleria Colonna e della Sala della Colonna Bellica attraverso l’analisi degli acquerelli non ancora pubblicati integralmente né utilizzati analiticamente di Salvatore Colonnelli Sciarra (serie di Chatsworth e serie inedita di Windsor) che visualizzano il display delle opere d’arte nel 1730 all’epoca di Fabrizio Colonna. Una accurata indagine delle singole opere e degli artisti consente una visualizzazione della mise en scène della quadreria, frutto del mecenatismo appassionato dei Principi Colonna e il puntuale confronto con gli inventari dal Seicento all’Ottocento permette di individuare opere inedite già custodite in collezione, quadri importanti oggi vanto di grandi istituzioni e altri dispersi in epoca napoleonica in musei e collezioni internazionali: capolavori di Raffaello, Guercino, Guido Reni, Annibale Carracci, Carlo Maratti, Paolo Veronese. Si propone nel volume una lettura dinastica dell’allestimento settecentesco, omaggio alla formazione della quadreria e ai suoi protagonisti e un fondamentale confronto con la collezione all’epoca di Lorenzo Onofrio Colonna (inventari del 1679 e 1689) e di Filippo ii (inventario del 1714). La ricerca costituisce una aggiunta agli studi sulla prestigiosa collezione dei Principi Colonna ancora custodita in gran parte nelle sale del Palazzo ai SS. Apostoli e nella sua eccezionale Galleria.

Lingua pubblicazione: Italiano

Campisano Editore, 2014
Cm. 21x15
pp. 200
illustrazioni 79 a colori nel testo, brossura
ISBN 9788898229161
40.00 €
 
A CURA DI PIERLUIGI CAROFANO

ATTI DELLA GIORNATA DI STUDI. QUESITI CARAVAGGESCHI

Il volume raccoglie i sette interventi presentati all'omonimo convegno tenutosi nell'ottobre del 2012 a Monte Santa Maria Tiberina. I temi presi in esame sono particolarmente cari alla storiografia caravaggesca: l'iconografia del Ragazzo morso dal ramarro di Caravaggio, i rapporti tra Caravaggio e Orazio Gentileschi, il prezioso restauro della Madonna col Bambino sempre di Gentileschi a Palazzo Corsini, poi una nuova copia molto antica del Baro di Caravaggio. Contributi significativi e di diversa natura anche metodologica sono infine riservati a vicende prossime alla sociologia dell'arte nella Roma del Seicento e ad alcune preziose aggiunte al corpus di Mattia Preti, Jan Lievens ed Hendrick ter Brugghen.

Lingua pubblicazione: Italiano

Bandecchi & Vivaldi Editore e Stampatore, 2014
Cm. 24x16
pp. 247
illustrazioni a colori e figure in nero nel testo, brossura
ISBN 9788883415951
30.00 €
 
A CURA DI CARLO FALCIANI E ANTONIO NATALI

PONTORMO E ROSSO FIORENTINO. DIVERGENTI VIE DELLA MANIERA

Catalogo della mostra: Firenze, Palazzo Strozzi, 2014.

Nel 1956 Palazzo Strozzi ospitò la “Mostra del Pontormo e del primo manierismo fiorentino”. Si trattava della prima importante rassegna dedicata al protagonista di un movimento che aveva da poco avuto una piena rivalutazione critica. Quasi sessant’anni dopo Palazzo Strozzi ripropone una mostra dedicata al Pontormo insieme all’altro principale protagonista di quel movimento, Rosso Fiorentino. Entrambi nacquero nel 1494, in un momento storico in cui Firenze e l’Italia assistevano alla rottura dell’equilibrio politico che aveva garantito loro prosperità e sicurezza, sul principio di una travagliata età di scontri religiosi e politici che avrebbero portato a un mutamento definitivo degli equilibri fra gli Stati. I due artisti, con attitudini e vicende che, a partire dal comune apprendistato alla bottega di Andrea del Sarto, si sarebbero sempre piú distinte e allontanate, furono in egual misura artefici della trasformazione dei concetti di armonia ed equilibrio che avevano caratterizzato l’arte rinascimentale. Attraverso le opere dei due massimi protagonisti fiorentini della pittura che la critica novecentesca ha definito “manierista”, il catalogo intende seguire lo svolgimento cronologico di quel movimento che Giorgio Vasari colloca agli inizi della “maniera moderna”.

Disponibile anche in lingua inglese.

Mandragora, 2014
Cm. 30x25
367 pagine
figure a colori e in b/n nel testo, brossurato.
ISBN 9788874612192
39.00 €
 
torna alla copertina